Blog

Rifiuti tatuatori e centri estetici: come smaltirli

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Tatuatori e centri estetici producono alcuni rifiuti identificati con il codice CER 180103, considerati dunque pericolosi. Questi rifiuti sono: aghi, siringhe, lame, vetri, lancette, pungi dito, testine di rasoi e bisturi monouso.

Con il Decreto “Salva Italia” del 2016, la gestione di questi rifiuti si è semplificata di molto, perché non richiede più la compilazione del questionario di carico e scarico, del Mud e del formulario di trasporto rifiuti. 

Tuttavia, data la loro pericolosità in quanto oggetti taglienti e potenzialmente infettivi, occorre sapere bene come muoversi riguardo al loro smaltimento.

Smaltimento dei rifiuti "benessere"

Come abbiamo detto, il decreto "Salva Italia" ha permesso una gestione più rapida e semplice dello smaltimento di questi rifiuti.

Le modalità possibili sono due:

  1. Smaltimento privato: massimo 30 kg al giorno di rifiuti, da conferire all'impianto di smaltimento o in un punto di raccolta autorizzato
  2. Smaltimento tramite aziende specializzate

Lo smaltimento privato richiede un'iscrizione alla Sezione Regionale dell’Albo Gestori Ambientali: il costo della prima iscrizione è di 168€, alla quale segue un costo annuale di 50€. L’iscrizione avviene tramite comunicazione che contiene anche la sede dell’impresa, le caratteristiche dei rifiuti, gli estremi identificativi e l’idoneità tecnica dei mezzi utilizzati per il trasporto.

  • Affidati agli esperti

  • Sicuramente, la scelta di un’azienda specializzata ed autorizzata al trasporto di questi rifiuti permette una gestione più completa e priva di pericoli rispetto allo smaltimento privato. Non sarà dunque necessario acquistare o affittare un mezzo idoneo al trasporto di questi rifiuti: tutto sarà gestito a norma di legge da personale autorizzato ed adeguatamente formato.

  • Affidandoti ad Ecology, avrai la certezza di uno smaltimento adeguato, nel rispetto delle normative vigenti e dell’ambiente, nonché della sicurezza di tutti gli addetti coinvolti. Contattaci per maggiori informazioni o per un preventivo.